Dio vede e Dio provvede

Dio vede e Dio provvede

di Alex Vescino.

Dopo il decreto del vescovo di Albenga-Imperia riguardo al non trasmettere la celebrazione della Santa Messa dalle parrocchie perché poco idonee sotto l’aspetto tecnico, questa mattina ci siamo appostati davanti al canale youtube della diocesi e abbiamo atteso l’inizio del pontificale.

Certo non ci aspettavamo che la telecamera fosse storta, l’immagine sgranata e ancor peggio che l’audio fosse confuso, per non dire incomprensibile. Sembra proprio che lo stesso vescovo sia caduto in una sorta di karma, direbbero i New Age.

Infatti lo stesso vescovo aveva decretato alcuni giorni fa che i parroci della sua diocesi non dovessero trasmettere la celebrazione dell’Eucarestia nella Settimana Santa in favore di quella celebrata dallo stesso vescovo nella Chiesa Cattedrale, per questioni tecniche. Si temeva infatti che le trasmissioni media delle parrocchie non fossero sufficientemente e qualitativamente adatte dal punto di vista grafico. Invece sembra che sia accaduto proprio il contrario: le parrocchie hanno annullato le dirette e la diretta del vescovo è stato un disastro totale. Questo ha costretto i fedeli a seguire una diretta di scarsa qualità video, con un suolo molto fastidioso, tanto che alcuni hanno addirittura chiuso tutto e acceso la televisione per seguire quella del Papa. Che dire, Dio vede e provvede.

Chi la fa l’aspetti!

Ecclesia Dei

Iscriviti alla nostra newsletter!

Riceverai tutti gli aggiornamenti del nostro sito web, oltre alla possibilità di avere la nostra rivista “Templum Domini” in formato scaricabile e stampabile, e tanti altri contenuti esclusivi!

Leggi anche questi articoli

Caronte

La grande porta dell’Inferno è aperta. Sapremo poi che un giorno dietro a essa i diavoli tentarono di resistere al Cristo (Inf., VIII, 124) il quale l’infranse per la virtù della Croce e da allora «lo suo sogliare a nessuno è negato» (Inf., XIV, 87).

Orazioni particolari

Ogni preghiera rivolta ai Santi è buona. Ci sono preghiere private, che sgorgano dal cuore e che ogni anima può formulare secondo la propria devozione.
Ci sono però delle preghiere raccomandabili a tutti e sono quelle liturgiche, cioè quelle che la Chiesa fa sue.

La messa è finita… mangiate in pace.

Potrebbe sembrare irrealistico ed inverosimile, forse dieci o quindici anni fa, ma invece è tutto vero. E’ accaduto proprio ieri nella Parrocchia di San Benedetto Revelli di Imperia durante i festeggiamenti della festa patronale.

error: Questo contenuto è protetto!