I 7 vizi capitali: l’accidia

I 7 vizi capitali: l’accidia

L'accidia è una malattia della volontà che fa trascurare i doveri. Prende un aspetto fisico quando si manifesta con la pigrizia, col tramandare, con l'ozio, con l'indifferenza.
L'accidia è una malattia della volontà che fa trascurare i doveri. Prende un aspetto fisico quando si manifesta con la pigrizia, col tramandare, con l'ozio, con l'indifferenza.

Fulton J. Sheen, da “Amatevi gli uni gli altri”

[page_title] 

L'accidia è una malattia della volontà che fa trascurare i doveri. Prende un aspetto fisico quando si manifesta con la pigrizia, col tramandare, con l'ozio, con l'indifferenza.

L’accidia è una malattia della volontà che fa trascurare i doveri. Prende un aspetto fisico quando si manifesta con la pigrizia, col tramandare, con l’ozio, con l’indifferenza. Prende un aspetto spirituale, quando si manifesta con il disgusto per le cose dello spirito, con la fretta nelle divozioni, con la tiepidezza religiosa e con la negligenza nel coltivare nuove virtù. Sono inclinato ad accettare opinioni già fatte dai propagandisti, invece di esaminarle da me stesso nella prospettiva della storia e della morale? Trovo scuse nel mio prendere il cristianesimo come troppo difficile e non accettabile, secondo lo spirito del secolo ventesimo? Mi occupo seriamente per aumentare il mio patrimonio spirituale? Ho trascurato i miei doveri verso Dio? Sono assiduo alla preghiera? Parole di S. Paolo al discepolo Timoteo, parlando di certe cristiane: «Sono oziose, vanno girando per le case; sono cianciatrici, curiose, chiacchierone in modo sconveniente ». 1, 5-13).

I 7 vizi capitali: l’accidia
Iscriviti alla nostra newsletter!

Riceverai tutti gli aggiornamenti del nostro sito web, oltre alla possibilità di avere la nostra rivista “Templum Domini” in formato scaricabile e stampabile, e tanti altri contenuti esclusivi!

Leggi anche questi articoli

Basta guardare il cielo

Il «digiuno digitale» dà frutti per la nostra anima? Del tempo che passiamo in compagnia di noi stessi, quanto ne dedichiamo alla preghiera ogni giorno? Un’ora scarsa? Mezz’ora? Pochi minuti?

Vi sono alcuni tra voi che non credono

Accade ancora, questa volta a Caltanissetta nella chiesa di Sant’Agata, alcune persone senza scrupoli e dignità sono entrate nella notte e hanno devastato tutto ciò che

error: Questo contenuto è protetto!