I golosi

I golosi

Il cerchio della gola è il terzo cerchio dell’Inferno nella struttura palese, e il secondo ripiano del peccato attuale nella struttura segreta e perfettamente rispondente alla cornice della gola nel Purgatorio.
Il cerchio della gola è il terzo cerchio dell’Inferno nella struttura palese, e il secondo ripiano del peccato attuale nella struttura segreta e perfettamente rispondente alla cornice della gola nel Purgatorio.

[page_title] 

Il cerchio della gola è il terzo cerchio dell’Inferno nella struttura palese, e il secondo ripiano del peccato attuale nella struttura segreta e perfettamente rispondente alla cornice della gola nel Purgatorio.

Inf VI-1

Inferno – Canto VI

Il cerchio della gola è il terzo cerchio dell’Inferno nella struttura palese, e il secondo ripiano del peccato attuale nella struttura segreta e perfettamente rispondente alla cornice della gola nel Purgatorio.

Il custode e simbolo è Cerbero, rappresentato però, si noti, senza quei serpenti sul collo che sono una delle sue caratteristiche costanti nelle sue figurazioni classiche. Questa omissione della natura serpentina di Cerbero è dovuta al fatto che Dante ha costruito i mostri infernali secondo una sua precisa legge. Nell’Inferno dell’incontinenza, corruzione del solo appetito, essi hanno una sola natura (Minosse, Cerbero, Pluto, Flegiàs) nell’Inferno della bestialità che è corruzione duplice, dell’appetito e della volontà, essi hanno due nature (Minotauro, centauri, arpie). Nell’Inferno della malizia, corruzione triplice, dell’appetito, della volontà e dell’intelletto, hanno tre nature come Gerione, o tre potenze corrotte come i giganti, e Lucifero che ha tre potenze corrotte (tre facce diverse). Anche Cerbero non può opporsi al viaggio di Dante né impedirgli di vincere il cerchio della gola, perché Dante ha la virtù della Croce e può vincere con essa il peccato di incontinenza.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Riceverai tutti gli aggiornamenti del nostro sito web, oltre alla possibilità di avere la nostra rivista “Templum Domini” in formato scaricabile e stampabile, e tanti altri contenuti esclusivi!

Leggi anche questi articoli

Hai mai provato a tre?

Un articolo più serio di quanto si pensi. Non siate maliziosi e legete quanto segue. Stavolta non spoileriamo niente nell’abstract.

Un segno grandioso apparve nel cielo

Il mistero che stiamo per celebrare è un mistero di speranza e di gioia. “In Maria infatti vediamo la meta verso cui camminano tutti coloro che sanno legare la propria vita a quella di Gesù, che lo sanno seguire come ha fatto Maria” (Benedetto XVI – Angelus, 15 agosto 2011).

Una Pia Unione

E’ bene assicurare a noi la buona morte; ma non dimentichiamo che abbiamo il dovere di carità di ottenere una si grande grazia anche ai peccatori. Muoiono i buoni e muoiono i cattivi. Dove andranno questi ultimi, se nessuno s’interessa della loro buona fine? Si danneranno in eterno.

error: Questo contenuto è protetto!