Invocate i Santi contro le epidemie

Invocate i Santi contro le epidemie

di Alex Vescino

La preghiera è un’arma potente, una chiave che apre il cuore di Dio

San Pio da Pietrelcina

La preghiera è certamente l’arma più potente a nostra disposizione, a patto che ci si creda davvero. Diventa dunque necessario, in questi tempi in cui il mondo intero soffre la diffusione del Corona-virus, moltiplicare le invocazioni di aiuto dall’Alto.
Il primo sguardo va alla Vergine Maria, ma non dobbiamo dimenticarci dei santi, a cominciare da Santa Rita, San Rocco e San Sebastiano.

Santa Rita, la santa dei casi impossibili e disperati, curò i malati di peste nel lazzaretto di Roccaporena. Suor Maria Rosa Bernardinis, madre priora del Monastero Santa Rita di Cascia, pregando davanti all’urna che custodisce il corpo della santa:

In questi tempi difficili che ci vedono fragili e smarriti a causa del virus, mi rivolgo a te amata Santa Rita e chiedo la tua intercessione presso il Signore. Dona a tutti noi la forza dello Spirito, che tu hai saputo accogliere, per affrontare questa prova. Aiuta a non sentirsi soli coloro che sono in isolamento, anzi unisci noi tutti nella potenza della preghiera e nel tuo amorevole abbraccio. Rita, tu che sei sempre stata vicino ai sofferenti, sostieni chi è malato e accompagnalo con premura verso la guarigione. Tu che hai superato molti dolori, accogli in Cielo tutti coloro che hanno perduto la vita a causa del corona-virus e porta conforto alle loro famiglie, donandogli la pace del cuore. Fa’ che alle istituzioni e al personale sanitario non manchino energie e porgi loro la tua mano Rita, perché possano lavorare al meglio per la vita. Fa’ che arrivi il tuo supporto anche a chi si trova in difficoltà per le conseguenze socio-economiche. Aiutaci Santa Rita portando al Padre il nostro bisogno di speranza e guidaci a un domani migliore. Amen”.

Risultato immagini per santa rita da cascia

San Rocco è per eccellenza il protettore dalla peste e più in generale dalle epidemie. E’ il santo più invocato fin dal Medioevo e ad oggi il più pregato in Asia.
Rocco, dopo aver venduto i suoi beni ed essere entrato nel terz’ordine, si dedico a curare le vittime povere dalla peste che scoppiò in Italia. Fu poi egli stesso colpito dalla malattia, e tornando a Montpellier stava morendo. La sua guarigione fu miracolosa. San Rocco è il grande protettore invocato nelle epidemie di peste dal Concilio di Ferrara, dopo le gravi conseguenze di questo male proveniente dall’Est e trasmesso dai marinai, in particolare a Venezia, Marsiglia, Lisbona, Ambères e in Germania.

Ecco una breve preghiera di intercessione a San Rocco:

Rocco, pellegrino laico in Europa,
contagiato, incarcerato,
tu che hai guarito i corpi
e hai portato gli uomini a Dio,
intercedi per noi
e salvaci dalle miserie
del corpo e dell’anima.

Risultato immagini per san rocco

L’invito è dunque quello di rivolgersi alla Vergine Maria, ai santi Rita e Rocco, Sebastiano e Michele, e di invocare la loro intercessione presso Dio perché questi tempi di sofferenza possano giungere al termine e quante più vite possano essere salvate. Recitiamo il Santo Rosario e chiediamo alla Vergine Maria di stendere il suo manto sulla nostra Italia e sul mondo intero. Amen.

Ecclesia Dei

Iscriviti alla nostra newsletter!

Riceverai tutti gli aggiornamenti del nostro sito web, oltre alla possibilità di avere la nostra rivista “Templum Domini” in formato scaricabile e stampabile, e tanti altri contenuti esclusivi!

Leggi anche questi articoli

Missa sine populo

Cosa ci è rimasto? Ci hanno privato anche della Santa Messa, ma non sanno che ci è rimasta la preghiera.

L’arte del popolo di Dio e del suo Natale

I pastori furono i primi testimoni. Perché il messaggero divino si rivolge ai pastori, o se vogliamo perché i pastori sono i primi  a ricevere il lieto annuncio? Il popolo è di Dio, e Lui si rivela ai piccoli, gli ultimi,  ai più semplici.

Con San Rocco non “siamo perduti”

Nato a Montpellier, in Francia, San Rocco vende tutti i suoi averi, entra nel Terz’ordine francescano e, indossato l’abito del pellegrino, fa voto di recarsi a Roma a pregare sulla tomba degli apostoli Pietro e Paolo. Con il bastone in mano, il mantello, il cappello e la borraccia si mette in cammino verso la Città Eterna.

error: Questo contenuto è protetto!