Riscoprire il Sacramento della Confessione vuol dire ripartire da e con Gesù

Riscoprire il Sacramento della Confessione vuol dire ripartire da e con Gesù

La confessione ci aiuta a conoscerci meglio, infatti sant’Agostino e innumerevoli altri Santi e Dottori della Chiesa parlano dell’importanza di conoscere noi stessi a fondo.
La confessione ci aiuta a conoscerci meglio, infatti sant’Agostino e innumerevoli altri Santi e Dottori della Chiesa parlano dell’importanza di conoscere noi stessi a fondo.

[page_title] 

La confessione ci aiuta a conoscerci meglio, infatti sant’Agostino e innumerevoli altri Santi e Dottori della Chiesa parlano dell’importanza di conoscere noi stessi a fondo.

Il sacramento della riconciliazione è uno degli aspetti più singolari e belli del cattolicesimo. Gesù Cristo, nel suo profondo amore e nella sua misericordia, ha istituito il Sacramento della Confessione per permettere a noi peccatori di poter ottenere il perdono dei i nostri peccati e di riconciliarci con Dio e con la Chiesa. Il sacramento “ci rende puliti” e ci rinnova in Cristo.

“Gesù disse loro di nuovo: ‘Pace a voi. Come il Padre ha mandato me, anch’io mando voi’. E quando ebbe detto questo, alitò su di loro, e dissi loro: ‘Ricevete lo Spirito Santo. Se perdonerete a qualcuno i suoi peccati, questi saranno perdonati; Se rimetterete a qualcuno i suoi peccati, questi saranno rimessi”

(Gv 20, 21-23).

La confessione ci aiuta a conoscerci meglio, infatti sant’Agostino e innumerevoli altri Santi e Dottori della Chiesa parlano dell’importanza di conoscere noi stessi a fondo. Nel conoscerci meglio, possiamo capire quanto siamo caduti e quanto abbiamo bisogno dell’aiuto e della grazia di Dio all’interno della nostra vita. Confessarci frequentemente ci aiuta a ricordarci di fare affidamento su Dio per aiutarci a eliminare i nostri peccati. La confessione, poi, ci aiuta a superare i vizi la grazia che riceviamo dal Sacramento della Confessione ci aiuta a combattere i nostri difetti e le nostre carenze ed a spezzare le nostre abitudini ai vizi molto più facilmente e rapidamente di quanto avremmo potuto fare senza l’aiuto della grazia sacramentale. Il senso di colpa dai peccati che commettiamo ci può far sentire turbati e farci perdere la pace e la gioia. Quando ascoltiamo le parole di perdono di Dio dalla bocca di un sacerdote in confessione ci viene rimosso un peso dalle spalle e possiamo nuovamente sentire la pace nel cuore e nell’anima che nasce dal nostro sereno rapporto con Dio.

Riscoprire il Sacramento della Confessione vuol dire ripartire da e con Gesù

La confessione aiuta a diventare più puri, più simili a Gesù, perfettamente umile, perfettamente generoso, perfettamente paziente e perfettamente amorevole… perfettamente tutto! Non vorresti essere più umile, generoso, paziente e amorevole come Gesù? I Santi della storia hanno sentito questo richiamo e hanno sfruttato il sacramento della Riconciliazione per aiutarsi a diventare persone più simili a Cristo, piccole immagini di Cristo, che è quello che i Santi realmente sono!

La confessione, inoltre, rende la nostra volontà più forte: ogni volta che sperimentiamo il sacramento della Confessione, Dio rafforza la nostra volontà e il nostro autocontrollo rendendoci in grado di resistere alle tentazioni che dobbiamo affrontare nella vita. Diventiamo più risoluti nel seguire la volontà di Dio, e non i nostri capricci. Naturalmente, la lista dei benefici del sacramento della Confessione andrebbe ancora avanti, ma sta a ciascuno di noi riscoprirli! Andandoci a confessare regolarmente cambieremo davvero la nostra vita.

Le parole di assoluzione in confessionale sono veramente bellissime: “Io ti assolvo dai tuoi peccati, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”. Gesù vuole perdonarti, tutto quello che devi fare è chiedere! Non aspettare oltre per sentire il potere di guarigione della Confessione.

Riscoprire il Sacramento della Confessione vuol dire ripartire da e con Gesù

Il requisito fondamentale per una buona confessione è quello di avere l’intenzione di ritornare a Dio con tutto il tuo cuore, come “figliol prodigo”, e di riconoscere i tuoi peccati con vero dolore davanti al sacerdote.

La società moderna ha perso il senso del peccato. Come seguaci Cattolici di Cristo, dobbiamo fare uno sforzo per riconoscere il peccato nelle nostre azioni quotidiane, nelle parole e nelle omissioni. I Vangeli ci mostrano l’importanza del perdono dei nostri peccati. Le vite dei santi dimostrano che una persona che cresce in santità ha un senso più forte del peccato, ne è addolorato e ha una forte propensione al sacramento della Riconciliazione. Non c’è da stupirsi che i Santi siano pieni di gioia! Hanno capito che la chiave per consegnare i loro fardelli a Cristo è il sacramento della confessione che li rende liberi di servire Lui con amore ed energia.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Riceverai tutti gli aggiornamenti del nostro sito web, oltre alla possibilità di avere la nostra rivista “Templum Domini” in formato scaricabile e stampabile, e tanti altri contenuti esclusivi!

Leggi anche questi articoli

Una sconfitta per l’Occidente

di Alex Vescino ed Edoardo Consonni È il giorno 14 agosto 1480. I superstiti e il clero si erano rifugiati nella cattedrale a pregare con l’arcivescovo Stefano Pendinelli.

Andate a Giuseppe e fate tutto quello che egli vi dirà

Si conclude il prossimo 8 dicembre l’anno giuseppino indetto da Papa Francesco in occasione dei 150 anni del Decreto Quemadmodum Deus, con il quale il Beato Pio IX dichiarò San Giuseppe Patrono della Chiesa Cattolica.

error: Questo contenuto è protetto!