Spiritualità

Tardi ti ho amato, bellezza così antica e così nuova,
tardi ti ho amato. Tu eri dentro di me, e io fuori. E là ti cercavo.
Deforme, mi gettavo sulle belle forme delle tue creature.
Tu eri con me, ma io non ero con te. (Sant'Agostino).



Spiritualità

Tardi ti ho amato, bellezza così antica e così nuova, tardi ti ho amato. Tu eri dentro di me, e io fuori. E là ti cercavo. Deforme, mi gettavo sulle belle forme delle tue creature. Tu eri con me, ma io non ero con te. (Sant'Agostino)



9 Marzo 2021
Una madre al di sopra di tutte le madri
In questo gruppo la litania, ci fa contemplare Maria come madre. Per 12 volte ci rivolgiamo a lei con il termine più bello che possa esserci sulla terra. Spesso, anzi quasi sempre, la prima parola di tutti i bambini è “mamma”.
4 Marzo 2021
Via Crucis, via di amore
Alcuni fanno risalire la storia di questa devozione alle visite di Maria, madre di Gesù, presso i luoghi della Passione a Gerusalemme, ma la maggior parte degli storici riconosce l'inizio della specifica devozione a Francesco d'Assisi o alla tradizione francescana.
25 Febbraio 2021
La Quaresima è tempo di ritorno a Dio e alla luce
Il Sommo Pontefice, durante l’omelia del mercoledì delle Ceneri ha ricordato che la Quaresima è un tempo per fare un «viaggio di ritorno a Dio», un «esodo di ritorno a Dio», un «lasciarci riconciliare con Dio» (Francesco, omelia del mercoledì delle Ceneri 2021, Basilica Vaticana).
23 Febbraio 2021
Invochiamo Maria con il titolo di Santa
Proprio con tre titoli i fedeli iniziano la loro prece alla Beata Vergine Maria. Queste tre invocazioni compongono il primo gruppo e il più corto della litania. Questo gruppo deriva dalla Litania dei Santi, più antica della Litania Lauretana. In questa prima parte è già espressa tutta la divinità di Maria, contemplata nei tre aspetti principali della sua natura.
18 Febbraio 2021
Digiunare nel corpo per saziarci di Cristo
Siamo appena entrati nel tempo liturgico della Quaresima, quaranta giorni di tempo per mortificarci, reprimere in noi le passioni, rinunciare al mondo e a tutto quanto di peccaminoso esso contiene per risorgere con Cristo: oggi spiritualmente e, in futuro, corporalmente con la seconda venuta di Nostro Signore.
16 Febbraio 2021
Le litanie lauretane
In questi giorni molte volte ho sentito dire da alcuni amici che, all’interno delle preghiere si ripetono sempre le stesse cose, che molte volte possono essere monotone. Proprio da questo episodio ho avvertito la necessità di dover fare una rubrica dove andremo alla scoperta di una delle preghiere più antiche dei fedeli, una preghiera ripetitiva, le Litanie Lauretane.
14 Febbraio 2021
Tu sei mio rifugio, mi liberi dall’angoscia
Il vangelo di oggi ci da un significato immediato che è quello che tante volte umanamente ci dimentichiamo di vivere nella sofferenza, nel dolore e nella malattia. La preghiera, l’affidarsi a Dio ci da non solo la consolazione ma anche la forza nello spirito per combattere e vincere la buona battaglia.
11 Febbraio 2021
Lectio Divina: una “primavera spirituale”
Nella liturgia cristiana, la Lectio Divina (lettura divina) è una pratica tradizionale mistica di preghiera sulla Bibbia, ed ha come fine l'unione spirituale con Dio. La Lectio Divina, cioè "lettura della volontà di Dio", avviene attraverso la lettura delle Sacre Scritture nella convinzione che Dio voglia istruire tramite esse.
5 Febbraio 2021
La vera morte è il peccato
Il cattolicesimo, nel “Symbolum Nicaeno-Costantinopolitanum” (Credo) e, in particolare, nella parte conclusiva, esprime il succo, il centro e – oserei dire – la totalità della fede. Si può racchiudere il tutto in questa frase: “Et exspecto resurrectionem mortuorum”, vale a dire “Aspetto la risurrezione dei morti”. Dopotutto, come insegna il Santo Apostolo Paolo, se Cristo non fosse risorto dai morti, vana sarebbe la nostra fede come ogni azione compiuta per essa! (cfr. 1Cor 15, 12-19).
error: Questo contenuto è protetto!