Una nuova effige per mantenere viva la tradizionale processione

Una nuova effige per mantenere viva la tradizionale processione

Come Gesù ha abbracciato la croce per la nostra salvezza, anche noi impariamo ad essere solidali l'uno con l'altro. Poiché il prossimo non è soltanto un essere umano, ma diviene...
Come Gesù ha abbracciato la croce per la nostra salvezza, anche noi impariamo ad essere solidali l'uno con l'altro. Poiché il prossimo non è soltanto un essere umano, ma diviene...
Iscriviti alla nostra newsletter!

Riceverai tutti gli aggiornamenti del nostro sito web, oltre alla possibilità di avere la nostra rivista “Templum Domini” in formato scaricabile e stampabile, e tanti altri contenuti esclusivi!

Leggi anche questi articoli

Sacerdotes tui induantur justitia

Un problema che non si può affatto definire secondario è quello dei paramenti, soprattutto in questo periodo estivo. Con la scusa del caldo, vediamo che in

Divina Regalità di Gesù Cristo

Quando un cristiano pensa a Gesù, quando Lo prega, solitamente si rivolge a Lui con gli appellativi di “Signore”, “Salvatore”, “Figlio di Dio”. Quasi mai si pensa al titolo di “Re”, che pure Gli spetta di pieno diritto. Gesù stesso lo dice e ce lo rivela nei Vangeli: tutti e quattro riportano la presentazione di Gesù davanti a Pilato, ma è Giovanni che approfondisce il dialogo tra i due personaggi coinvolti.

Lettera alla Madre

Pubblichiamo qui di seguito la lettera che san Luigi Gonzaga (1568-1591) scrisse alla sua cara mamma pochi giorni prima di spirare. Ventitreenne dalle fulgide virtù di innocenza e mortificazione, Luigi spirò in ossequio alla fervente carità che lo caratterizzò durante tutta la sua vita, nonostante la malattia debilitante. Poichè patrono della gioventù studiosa e degli ammalati, possa egli accogliere sotto la sua protezione tutti i giovani cattolici, affinché per mezzo della sua intercessione, ottengano da Cristo un grande spirito di Carità e le grazie necessarie per una vita sana, santa e soprattutto capace di accettare e vivere correttamente le prove di sofferenza che il Signore pone loro di fronte.

error: Questo contenuto è protetto!