Un’etichetta per colpire

Un’etichetta per colpire

Ogni qual volta in cui, in un dibattito, non si sa come rispondere alle idee di un altro si passa ad una vecchia fallacia logica: l’argumentum ad hominem. In retorica, vengono così definite una serie di situazioni in cui l’argomentazione si sposta dal contenuto al suo latore. La perniciosità di tale meccanismo è evidente: la Verità è tale in modo intrinseco, non è definita da colui che la proclama. A ciò si aggiunge la meschinità nel non giudicare un’idea, una proposta, od una persona, il cui foro interno non è giudicabile se non da Dio.

Nello specifico, il nostro sito è stato accusato di essere sedevacantista. Nonostante sia presente un nostro post in cui vengono dichiarate ufficialmente le nostre posizioni sull’attualità ecclesiale (https://ecclesiadei.altervista.org/precisazioni-sulle-nostre-posizioni/), ci è stata attribuita questa etichetta per la semplice presenza di una foto di Benedetto XVI. Sedevacantista: ed ecco che tutto quello che hai scritto diventa automaticamente stupido, inutile, forse anche pericoloso. È assai facile etichettare chi non si conosce, come quando si appella “fascista” chi ha idee diverse da altre agende di governo.

Stiamo molto attenti a non giudicare ma ad andare in profondità nelle questioni. Dice infatti Nostro Signore Gesù Cristo:”Non giudicate e non sarete giudicati”. Vogliamo combattere fianco a fianco con altre pagine la buona battaglia della fede, non farci la guerra e dividerci, giacché il capo di ogni divisione e odio è il diavolo, che gode della rovina della Santa Chiesa di Dio, soprattutto quando a rovinarla non sono i nemici esterni ma i suoi membri.

Ecclesia Dei

Iscriviti alla nostra newsletter!

Riceverai tutti gli aggiornamenti del nostro sito web, oltre alla possibilità di avere la nostra rivista “Templum Domini” in formato scaricabile e stampabile, e tanti altri contenuti esclusivi!

Leggi anche questi articoli

Sull’importanza del culto a Maria

La devozione a Maria è importante e necessaria, perché se davvero vogliamo essere cristiani, ed essere quindi “altri Cristi” con la nostra vita, allora si rende obbligatorio amare Maria come Suo Figlio l’ha amata.

Il peccato originale

Entrati con la creazione nella historia salutis, affrontiamo il problema del peccato originale, che ha segnato in modo singolare l’umanità. San Tommaso ne parla nella Prima Secundae della Summa Theologica.

La Canzone del Vecchio Tiglio

La Canzone del Vecchio Tiglio, un antico testo profetico rinvenuto tra le fronde di un albero nel cuore della Germania sembra raccontare di vicende del futuro prossimo venturo con una sorprendente similarità con altre rivelazioni di santi e mistici cattolici. Un documento che non può restare sottaciuto.

error: Questo contenuto è protetto!