/Breviarium Romanum

Breviarium Romanum

La Liturgia delle Ore nasce dall’esortazione di Gesù a pregare sempre, nell’arco dell’intera giornata, per santificare ogni singolo istante e non smettere mai di glorificare Dio Padre. È un modo per il cristiano di vivere in comunione con Cristo ogni istante della propria vita, scandendo i giorni con momenti di preghiera che possono aver luogo in Chiesa o semplicemente nella propria casa, o dove risulti comodo e possibile.

“Bisogna pregare sempre senza stancarsi” (Lc 18, 1)

La Chiesa obbedisce a questo precetto, oltre che con le celebrazioni e l’Eucarestia, con la Liturgia delle Ore, innalzando ogni giorno preghiere e lodi a Dio onnipotente. Questa antica tradizione cristiana santifica tutto il corso del giorno e della notte, adeguando i suoi cicli a quelli del tempo quotidiano e facendo corrispondere la celebrazione delle Ore al loro vero tempo nell’arco della giornata.

Tutti i contenuti celebrati da questo Ufficio derivano dalla Sacra Scrittura: le letture, gli inni, i salmi intonati davanti a Dio. Anche le preghiere, le orazioni e i canti sono di ispirazione biblica. La Chiesa prega e canta, riunendo i fedeli in una celebrazione comune di fede e amore verso Dio.

Con la riforma del Concilio Vaticano II, la pratica della Liturgia delle Ore è stata semplificata e ha decretato che i fedeli sono tenuti a celebrare ogni giorno almeno le Ore canoniche, ovvero le Lodi mattutine all’inizio della giornata e i Vespri al tramonto. Su questo particolare suggerimento vi proponiamo i testi del Breviario delle Ore canoniche però nella forma precedente alla riforma.

SCARICA QUI

SCARICA QUI

SCARICA QUI