Francesco Santoro

Francesco Santoro

Redattore presso la redazione di Ecclesia Dei.
Francesco Santoro

Francesco Santoro

Redattore presso la redazione di Ecclesia Dei.

Articoli di Francesco Santoro

Mira al tuo popolo […] che pien di giubilo oggi t’onora.

In questo gruppo analizzeremmo alcune litanie abbastanza particolari. I termini utilizzati derivano dalla tradizione e dalla devozione del popolo di Dio, che nel corso del tempo ha attribuito alla Vergine Madre dei titoli di una bellezza unica.

La “Vergine Madre”

La litania, dopo aver invocato Maria come “Mater” ci fa utilizzare l’aggettivo “Virgo”. Impossibile al mondo che una madre sia allo stesso tempo anche vergine, eppure per Maria è stato così.

Una madre al di sopra di tutte le madri – parte IV

Una madre non può mai indicare la via errata, una madre non può condurre un figlio in pericolo. Ecco che, Maria in quando nostra madre, ci consiglia saggiamente, ci mostra la retta via, non ci abbandona mai.

Una madre al di sopra di tutte le madri

In questo gruppo la litania, ci fa contemplare Maria come madre.
Per 12 volte ci rivolgiamo a lei con il termine più bello che possa esserci sulla terra. Spesso, anzi quasi sempre, la prima parola di tutti i bambini è “mamma”.

Invochiamo Maria con il titolo di Santa

Proprio con tre titoli i fedeli iniziano la loro prece alla Beata Vergine Maria. Queste tre invocazioni compongono il primo gruppo e il più corto della litania.
Questo gruppo deriva dalla Litania dei Santi, più antica della Litania Lauretana. In questa prima parte è già espressa tutta la divinità di Maria, contemplata nei tre aspetti principali della sua natura.

Le litanie lauretane

In questi giorni molte volte ho sentito dire da alcuni amici che, all’interno delle preghiere si ripetono sempre le stesse cose, che molte volte possono essere monotone.
Proprio da questo episodio ho avvertito la necessità di dover fare una rubrica dove andremo alla scoperta di una delle preghiere più antiche dei fedeli, una preghiera ripetitiva, le Litanie Lauretane.

error: Questo contenuto è protetto!