San Celestino V
19 Maggio 2021
Gesù da scoprire nell’intimo del cuore
20 Maggio 2021

MEDITAZIONI SU SAN GIUSEPPE

Dio salverà il suo popolo attraverso
il si di Maria e il silenzio di Giuseppe

Il nunzio apostolico in Gran Bretagna, l'arcivescovo Claudio Gugerotti
ha incoraggiato i partecipanti alla messa in cui ha predicato nella solennità di San Giuseppe,
a rimodellare il nostro processo decisionale sull'esempio di San Giuseppe.



 

Traduzione a cura di Ecclesia Dei  |  19 Maggio 2021  |  Tempo di lettura: 3 minuti

 

MEDITAZIONI SU SAN GIUSEPPE

Dio salverà il suo popolo attraverso il si di Maria e il silenzio di Giuseppe

Il nunzio apostolico in Gran Bretagna, l'arcivescovo Claudio Gugerotti ha incoraggiato i partecipanti alla messa in cui ha predicato nella solennità di San Giuseppe, a rimodellare il nostro processo decisionale sull'esempio di San Giuseppe.

Traduzione a cura di Ecclesia Dei
19 Maggio 2021
Tempo di lettura: 3 minuti

 

Il nunzio apostolico in Gran Bretagna, l'arcivescovo Claudio Gugerotti ha incoraggiato i partecipanti alla messa in cui ha predicato nella solennità di San Giuseppe, a rimodellare il nostro processo decisionale sull'esempio di San Giuseppe.

Parlando alla London Oratory Church di South Kensington venerdì 19 marzo 2021, l'arcivescovo Gugerotti ha esortato gli ascoltatori ad avere semplicità e un coraggio pronto ad ascoltare i suggerimenti di Dio.

Ha dato l'esempio di San Giuseppe, che, dopo il suo fidanzamento con la giovane Maria, ha dovuto dimostrare una cura e un coraggio straordinari di fronte alla notizia della sua gravidanza.

Agli occhi della legge ebraica e della comunità del tempo, la gravidanza di Maria sarebbe stata una tragedia e uno scandalo, con la comunità pronta a condannarla e ad accusarla di adulterio.

Tuttavia, l'Arcivescovo ha detto di San Giuseppe: "Egli è giusto. Il che significa essere obbediente alla legge, ma allo stesso tempo pieno di amore e tenerezza per questa ragazza che lui è ancora convinto sia incinta di un altro uomo, ma che ama e rispetta.

"Non vuole che lei sia sottoposta a una condanna sprezzante della legge. Decide di divorziare tranquillamente in modo informale". Così San Giuseppe dimostra saggezza, sensibilità e tenerezza anche di fronte all'apparente tradimento.

Tuttavia, Dio parla al Santo.

"In un sogno Dio gli dice di non avere paura ma di prendere la ragazza in moglie, può tenere Maria con sé perché è veramente onesta".

La risposta di Giuseppe al messaggio che Maria è veramente onesta, e che il bambino è concepito dallo Spirito Santo, è semplice, pura, la conformità nell'obbedire alla volontà di Dio procedendo a prendere Maria come sua sposa.

Con San Giuseppe, "non c'è nessuna obiezione, nessuna domanda su cosa può essere un bambino? Quanto sarà miserabile la mia vita in un matrimonio che mette totalmente fine ai miei sogni di una paternità normale? Cosa proverò quando il bambino mi chiamerà padre? Come manterrò questo segreto nel mio cuore senza condividerlo con nessuno, solo con mia moglie? Come sarà strano il mio rapporto con questo bambino quando questo bambino crescerà e io non avrò autorità su di lui? E quando chiamerà Dio l'Onnipotente, suo Padre?".

Silenzio. “Questa è la sua reazione. Egli percepisce che Dio salverà il suo popolo attraverso questo sacrificio”.

L'arcivescovo Claudio ha contrapposto questa reazione silenziosa alla tendenza della società moderna a interrogare Dio e a cercare risposte e rassicurazioni prima di rispondere ai suggerimenti di Dio.

"Quanto siamo lontani da questo mistero. Siamo inondati di domande. Vogliamo conoscere tutti i dettagli prima di fare una scelta. E le risposte, naturalmente, devono essere convenienti per noi. Devono riconoscere la nostra dignità e rispettare il nostro valore. Questo mondo è schiavo del proprio ego. Un ego che moltiplica le domande per evitare qualsiasi dolore nelle scelte. Dio non ha il diritto di chiedere qualcosa senza spiegarlo".

"E per questo le nostre decisioni sono così lontane da Dio, così terrene, così limitate. Giuseppe è l'esempio di ciò che abbiamo perso e che dobbiamo riscoprire".

"Silenzio e fede. Solo con la fede possiamo prendere i suggerimenti. Per pura grazia e mai perché ce lo meritiamo".

L'Arcivescovo ha concluso il suo Sermone con la preghiera: "San Giuseppe uomo di silenzio e di fede, aiutaci a capire cosa significa accettare l'amore di Dio. Perché Dio Padre, Cristo Redentore e lo Spirito Santo, il Paraclito non ci tradirà mai".
 
error: Questo contenuto è protetto!