«Io sono di Gesù», Rolando Rivi seminarista e martire
15 Aprile 2021
Il “Volto Santo” di Lucca
16 Aprile 2021

SANTI

Santa Bernadette Soubirous

Santa Bernadette Soubirous, (Marie-Bernarde Soubirous),
nacque a Lourdes (Francia) il 7 gennaio 1844, da una povera famiglia.



 

Don Riccardo Pecchia  |  16 Aprile 2021  |  Tempo di lettura: 2 minuti

 

SANTI

Santa Bernadette Soubirous

Santa Bernadette Soubirous, (Marie-Bernarde Soubirous), nacque a Lourdes (Francia) il 7 gennaio 1844, da una povera famiglia.

Don Riccardo Pecchia
16 Aprile 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

 

Santa Bernadette Soubirous, (Marie-Bernarde Soubirous), nacque a Lourdes (Francia) il 7 gennaio 1844, da una povera famiglia. Nel 1848 la famiglia Soubirous si trovò a gestire il mulino lasciato dalla famiglia Castérot, gli affari però non andarono per il meglio. Bernadette e la sua famiglia conobbero la miseria e, trovandosi nell’impossibilità di pagare l’affitto del mulino, furono costretti a stabilirsi in una capanna di proprietà di un parente, dove vissero in estrema povertà. Di salute fragile, a causa dell’asma per le continue inalazioni dell’aria malsana dell’abitazione. I suoi sentimenti religiosi erano forti sebbene ella non conoscesse per nulla il Catechismo, essendo analfabeta. Per contribuire al mantenimento della famiglia Bernadette fu affidata a una famiglia di amici presso Bartrès, impiegata al pascolo delle greggi e come cameriera presso la loro taverna. Pur di frequentare la scuola e il catechismo, la ragazza, nel gennaio 1858, preferì ritornare dai suoi genitori. La mattina dell’11 febbraio 1858, Bernadette dopo le tante raccomandazioni della madre, uscì di casa in compagnia di Jeanne Baloum e della sorella Toinette per andare a raccogliere legna da ardere in un boschetto vicino alla grotta di Massabielle (poco fuori Lourdes), Bernadette avrebbe avuto la prima visione di ciò che descrisse come “una piccola signora giovane vestita di bianco” in piedi in una nicchia della roccia, aveva compiuto 14 anni da poco più di un mese. Istintivamente Bernadette s’inginocchiò e cominciò a recitare il rosario. Al termine della recita del rosario la Signora scomparve. L’apparizione nei mesi successivi si ripeté per altre 17 volte. Bernadette affermò che la “bellissima signora” le aveva chiesto di tornare alla grotta ogni giorno per 15 giorni e riferì anche che la signora vestiva un velo bianco, una cinta blu e una rosa dorata su ogni piede e teneva nelle mani un Rosario. La fanciulla per tre volte chiese alla Signora chi fosse e nell’apparizione del 25 marzo 1858, si sentì rispondere: «Io sono l’Immacolata Concezione».
Quattro anni prima, papa Pio IX aveva dichiarato l’Immacolata Concezione di Maria un dogma, ma questo Bernadette non poteva saperlo. La notizia dei fatti di Lourdes si diffuse rapidamente, il commissario Dominique Jacomet intervenne interrogando Bernadette, che non ritirò nulla di quanto aveva detto, anzi corresse le volute imprecisioni del commissario. Anche l’autorità ecclesiastica istituì una commissione per constatare l’autenticità e la natura dei fatti avvenuti alla grotta di Massabielle; alle domande Bernadette rispose sempre con limpida franchezza, distinguendo chiaramente quello che sapeva da quello che aveva dimenticato. Subisce numerosi interrogatori ufficiali perché è sospettata di impostura. Vogliono farla crollare, ma sono tutti sconcertati dalla sua limpidezza. Nelle sue risposte non si confonde mai e non si contraddice. Di fronte agli scettici irriducibili si limita a dire: «Non sono stata incaricata di farvi credere. Sono stata incaricata di riferire». Fin dai tempi delle apparizioni esprime la volontà di farsi suora. Diventa suora della Congregazione delle Suore della Carità di Nevers. Fin dai tempi del noviziato Bernadette è stata una presenza costante in infermeria, malata al punto da essere ammessa a fare la professione in articulo mortis, il 25 ottobre 1866. Ci rimarrà 13 anni. Costretta a letto da asma, tubercolosi e un tumore osseo al ginocchio, non le permise più di muoversi. Morì il 16 aprile 1879, a 35 anni; patrona dei pastori e degli ammalati.
 
error: Questo contenuto è protetto!