Search
Close this search box.

Maria e il dolore

Qualche breve riflessione sulle sofferenze della Santa Madre di Dio

Parlando del dolore di Maria, sono due le questioni che sogliono comparire con maggior frequenza nel panorama teologico.

La prima è se Maria Santissima non fu mai soggetta al debito di patire.

La seconda è se il dolore di Maria fu immenso.

Secondo molti teologi, Maria non fu effettivamente mai soggetta al debito di patire. Il dolore è, come la morte, una sequela naturale ed una pena del peccato originale. Maria però non ha contratto peccato originale: perciò, non ha contratto nemmeno la pena. Così il Lepiciér.

Maria fu esente dal peccato originale e dai relativi effetti, tra cui troviamo il dolore: Ella, quindi, non poteva essere soggetta a tale legge.

Tuttavia, conveniva che Maria soffrisse: così Dio ha voluto, e così sappiamo che è andata.

Maria, con una libera rinunzia al suo diritto, vi si assoggettò, e decise di soffrire assieme a Suo Figlio, Gesù.

Questa sofferenza è attestata chiaramente nella Sacra Scrittura, e costituisce il fondamento di molte pie pratiche di devozione (prime tra tutte, la Via Crucis, che è costantemente incardinata nelle sofferenze della Beata Vergine Maria). Sicuramente, infine, fu proprio questa sofferenza che le meritò il titolo di corredentrice, in senso stretto e subordinato: Gesù aveva chiaramente sofferto maggiormente per Sua madre, piuttosto che per i suoi patimenti. Maria ricambia, soffrendo per il Figlio e recandosi fin sotto la sua croce sul Golgota.

Chiediamoci, poi: fu davvero immenso il dolore di Maria? 

Per rispondere a questa domanda, possiamo addentrarci nelle cause di questo dolore, seguendo il solito schema suddiviso.

La causa materiale fu la sua acuta percettibilità, indubbiamente: l’intelletto fino le permetteva di scrutare con precisione le cause dagli effetti.

La causa formale fu il suo amore per Cristo.

La causa finale fu la nostra redenzione.

Quindi, il dolore vissuto da Maria, per cause convergenti, è orientato nella stessa direzione di quello di Cristo.

Ovviamente, il primo ha merito finito, il secondo infinito.

Ma il dolore di Maria, per queste stesse ragioni, è stato indubbiamente maggiore di qualsiasi dolore un uomo abbia mai potuto concepire.

Solo analizzandone le cause e le origini, questo risulta essere abbastanza chiaro.

Tag

TEMPLUM DOMINI

Leggi la nostra rivista telematica
Templum Domini

CANALE WHATSAPP

Iscriviti al nostro canale Whatsapp
per contenuti esclusivi

LEGGI ANCHE ...

Santa Cecilia, nacque a Roma nel II secolo, da una nobile famiglia, era una fanciulla sensibile alle necessità dei poveri, che
Israele, ancora una volta azioni intimidatorie contro i cristiani in Galilea, al santuario Stella Maris di Haifa. E poi ancora
I convegni liturgici che nel corso del tempo si moltiplicano sempre più in Italia, danno spesso dei risultati che risultano
Maria è questa donna della nostra terra che s’è rimessa interamente a Dio e ha ricevuto da Lui il privilegio

TEMPLUM DOMINI

Leggi la nostra rivista telematica
Templum Domini

CANALE WHATSAPP

Iscriviti al nostro canale Whatsapp per contenuti esclusivi

error: Questo contenuto è protetto!