Zurigo: inchiesta canonica per una messa non molto cattolica

Zurigo: inchiesta canonica per una messa non molto cattolica

«Data l’importanza di questi eventi, ho deliberatamente scelto di non agire immediatamente. In una situazione del genere, è importante valutare attentamente una procedura appropriata». Il vescovo ha deciso di aprire un’indagine canonica preliminare riguardo ai fatti accaduti in questa parrocchia.
«Data l’importanza di questi eventi, ho deliberatamente scelto di non agire immediatamente. In una situazione del genere, è importante valutare attentamente una procedura appropriata». Il vescovo ha deciso di aprire un’indagine canonica preliminare riguardo ai fatti accaduti in questa parrocchia.

catt.ch

[page_title] 

«Data l’importanza di questi eventi, ho deliberatamente scelto di non agire immediatamente. In una situazione del genere, è importante valutare attentamente una procedura appropriata». Il vescovo ha deciso di aprire un’indagine canonica preliminare riguardo ai fatti accaduti in questa parrocchia.

Immagine

«Come vescovo diocesano, ho il dovere di reagire agli eventi delle ultime settimane in relazione al pensionamento del cappellano della parrocchia di San Martino, Illnau-Effretikon», ha dichiarato il vescovo di Coira Joseph Bonnemain il 2 settembre 2022 in una sua comunicazione ufficiale apparsa sul sito della diocesi. Il vescovo ha deciso di aprire un’indagine canonica preliminare riguardo ai fatti accaduti in questa parrocchia.
«Data l’importanza di questi eventi, ho deliberatamente scelto di non agire immediatamente. In una situazione del genere, è importante valutare attentamente una procedura appropriata», ha affermato Mons. Bonnemain.

I fatti in questione

Il vescovo di Coira si riferisce alla messa «concelebrata» dall’operatrice pastorale Schmid lo scorso 28 agosto 2022, in occasione del pensionamento del cappellano, nella parrocchia di San Martino a Illnau-Effretikon (ZH). «La complessità degli abusi liturgici che si sono verificati richiede un’indagine canonica preliminare», ha proseguito il vescovo Bonnemain. Un video mostra, infatti, la signora Schmid in abiti civili sull’altare, circondata da un sacerdote e un diacono, mentre recita la preghiera eucaristica.

Il caso ha suscitato scalpore in tutta la regione, scatenando polemiche: alcuni hanno lodato l’evento, mentre altri chiedono sanzioni.

«I risultati di questa prima indagine costituiranno la base per ulteriori misure e mostreranno anche se i reati in questione sono quelli che dovrebbero essere trattati dal Dicastero vaticano per la Dottrina della fede e quindi segnalati a quest’ultimo», si legge nella dichiarazione diffusa dal vescovo di Coira. (kath.ch/kath.ch/rp/bh/adattamento catt.ch)

Iscriviti alla nostra newsletter!

Riceverai tutti gli aggiornamenti del nostro sito web, oltre alla possibilità di avere la nostra rivista “Templum Domini” in formato scaricabile e stampabile, e tanti altri contenuti esclusivi!

Leggi anche questi articoli

Segni di contraddizione

Nel linguaggio popolare questa festa è nota con il termine “candelora”, che accentua quel particolare rito liturgico, celebrato all’inizio della liturgia, della benedizione delle candele e della processione di ingresso in Chiesa con le lampade accese.

Assumpta est Maria in Caelum

Ma perché Maria viene glorificata con l’assunzione al Cielo? San Luca, come abbiamo ascoltato, vede la radice dell’esaltazione e della lode a Maria nell’espressione di Elisabetta: «Beata colei che ha creduto» (Lc 1,45). E il Magnificat, questo canto al Dio vivo e operante nella storia è un inno di fede e di amore.

Esegesi storica: il Risorgimento – Parte II

Uccisero i veri Padri del popolo italiano (i Re legittimi) e ne stuprarono la Madre (la Chiesa): questa fu l’opera di quei quattro figli di Satana che sono tutt’oggi chiamati “padri della patria”. Furono traditori, assassini, corrotti e corruttori, spietati distruttori di quei Regni preunitari che erano frutto della secolare società e Tradizione Cattolica. Unire l’Italia fu una scusa che permise alla Massoneria di colpire a morte la Chiesa.

error: Questo contenuto è protetto!